TRUCCO MARSALA: IL TUTORIAL

DSC_0041DEFINITIVA

 

DSC_0087< DSC_0093

Il marsala è il colore dell’anno e lo sanno anche i sassi, quindi un trucco color marsala è la sfida obbligata di ogni giornale di moda.

Premetto, a me non piace particolarmente perché mi sembra un po’ triste: risalta bene solo se accompagnato da colori con più personalità (non necessariamente vivaci, ad esempio il rame, come insegna ClioMakeup, sempre sia lodata).

  • “Qual è il colore dell’anno?”
  • “Marsala”
  • “Marsala? Come il liquore?” O.okanye-wtf

Ma è la mia modesta opinione, quindi ho raccolto la sfida e questo è il risultato: Continua a leggere

Annunci

I BLOG DELLE STAR: LA TOP 10

Ormai si sa, la professione più inutile e gettonata degli ultimi anni è quella di blogger. Dopo aver fatto breccia nel cuore di molte giovani parioline dal dubbio gusto ha colpito anche loro, le star,che, oltre le loro carriere da attrici, cantanti o ereditiere, si sono date al blogging. Che sia di moda, beauty o lifestyle è diventato un vero e proprio must tra le celebrity più seguite. Il risultato, però, non sempre è quello sperato.

10. Al decimo posto non poteva che esserci una star italiana, Alessia Marcuzzi con il suo blog La Pinella. Dopo il recente flop della prima puntata dell’Isola dei famosi,non

IMG_3872possiamo che puntare il dito sul suo blog, altrettanto improponibile. Dettagliato nelle descrizioni della sua vita quotidiana (forse per quello è seguito? ndr.) ma assolutamente carente nell’aspetto grafico e nella cura dei look. Per un blog di moda male male, Alessia.

pinella
Continua a leggere

FASHION MUSIC VIDEO: LA CLASSIFICA

Se anche voi siete delle fan dei video musicali, non potete non esservi accorte che alcuni sono davvero fashion! Abbiamo deciso quindi di inaugurare una rubrica dedicata ai tre video più glamour del momento.Ecco una breve classifica dei migliori Fashion Music Video del mese di Febbraio:
TERZO POSTO: KWABS – WALK
Nel caso non lo conosciate, fareste bene a recuperare il tempo perduto. Breve riassunto: classe 1990, il ragazzo ha origini ghanesi, ma vive a Londra. Nel suo video “Walk” balla con movenze molto hip hop in giro per la città. Anche il suo look non è da meno! Decisamente sportivo, ma non per questo banale. Mixa felpe e t-shirt ipercolorate a jeans skinny e alle intramontabili sneakers bianche. Il suo stile è curioso per la scelta dei colori, alcuni abbinamenti sono piuttosto inaspettati. Voi avreste indossato una maglietta arancione e una felpa gialla? Io no, ma Kwabs sì. Per questo ci piace tanto. Vi consigliamo di far conoscere il suo stile al vostro fidanzato/fratello/migliore amico che proprio non si sa vestire. In una parola: VITAMINICO.

 

Continua a leggere

DIY: GIURO CHE NON PUNGO

Le persone si dividono in tre categorie: geni della manualità, regine del risultato storto e noi comuni mortali, nel mezzo. Se non siete esperte di manualità ma siete alla ricerca di qualcosa di semplice ma originale questo è do- it- yourself per voi: semplice, che non include materiali a cui legarvi per la vita (leggi Attack o Supercolla), ma che vi darà quel minimo di brivido (mi pungerò o non mi pungerò come la Bella Addormentata con il fuso?).

Continuate a leggere per scoprire come realizzare questo braccialetto. Oppure no, guardatevi solo le foto, nessuno si offende.

Senza titolo-4

Occorrente:

  • Spille da balia  grandi q.b.
  • Perline del colore da voi scelto: potete realizzare un bracciale monocolore, alternare con colori vivaci, black & white o farvi ispirare dal vostro colore preferito. Io ho scelto di mantenermi sulle nuance tra il turchese e il viola per richiamarmi all’imminente uscita del film Cinderella (mai vero: abbiamo usato quello che avevamo a portata ma stiamo cercando un bell’espediente, ci sono riuscita? ndr.)
  • Filo elastico

Livello: Comuni mortali +

Realizzazione:

    Continua a leggere

Blue hair don’t care

Parte introduttiva (fatemi pontificare un po’, mi piace tanto):

Un tempo lontano tingere i capelli di colori forti quali il rosso fiamma, giallo acceso, verde etc. era un trend relegato ad ambienti underground di nicchia come quelli della musica punk e hardcore, o a subculture metropolitane prive di un’identità specifica, ma comunque accomunate dal fatto di essere, a volte solo per posa, contrapposte ed escluse dalla società civile (in summa: drogati o fricchettoni).

Le creste multicolore dei sobborghi londinesi, i capelli color evidenziatore dei fanatici di anime e manga sono ben presenti nella memoria collettiva e, se parte di quei trend “ribelli” sono entrati a gamba tesa nel mondo della moda attraverso stilisti iconici (un nome per tutti Vivienne Westwood), è anche vero che l’attitudine alla tintura selvaggia è rimasta esclusa da questo grande indulto sociale, fino ad ora.

dramatic-look-gif

Negli ultimi anni, infatti, abbiamo assistito ad un’inversione di tendenza da parte della componente giovane, a volte giovanissima, del jet set: non più appannaggio di gente sfatta, colori capilliferi inusuali hanno assunto un lato glamour. Tutto è iniziato con Kelly Osbourne, che a pensarci bene è il giusto anello di congiunzione tra il mondo dei rockettari cocainomani e quello dei red carpet.

Ma bando alle ciance: Kelly ha capelli lilla da una vita, da quando il bel mondo di Hollywood la scusava solo perché “in fondo è figlia di quello che durante un concerto ha staccato la testa a un pipistrello”.

@kellyosbourne (2) @kellyosbourne (3) @kellyosbourne (4) @kellyosbourne (5) @kellyosbourne (6) <a Continua a leggere

Il primo post di un blog è sempre una me**a

Potremmo raccontarvi come siamo arrivate qui e mille infiniti sentimentalismi, duemila cose sul favoloso mondo della moda, del fascion (sì, faSCion), 10 modi per metterti ciglia non tue, ma la verità è che abbiamo aperto un blog.Punto.

Dopo un lungo restyling e ardue decisioni siamo giunte alla conclusione che a Looksmart mancava una cosa: sarcasmo,il maggior sintomo di intelligenza,quindi… surprise motherfuckers!

surprise

INIZIA LA NUOVA ERA

7f24196222f885198112b313d0cb08e9