TBT: Storia della moda oggi,Jennifer Lawrence

Jennifer-Lawrence-Rolling-Stone-1Chissà cosa si deve provare sentirsi definire a soli 23 anni «la più talentuosa giovane attrice di tutta l’America» (Rolling Stones) e saper di essere finita nella lista delle persone più influenti dell’anno secondo il “Time”.

Nel 2012 Jennifer Lawrence diventa celebre grazie al film Hunger Games, tratto dall’omonimo romanzo di Susanne Collins. La pellicola è subito un successo planetario. Il personaggio interpretato da Jennifer, Katniss Everdeen, è destinato a entrare nella storia del cinema. Hunger Games infatti è il primo film d’azione con una eroina al femminile che ha riscosso così tanto successo. Segno che anche gli stereotipi del cinema stanno cadendo?

jennifer-lawrence--z Jennifer-Lawrence-Mockingjay-Part-1-World-Premiere

Un altro ruolo per cui ricordiamo Jennifer è quello nel film “Il lato positivo” (affiancata da Bradley Cooper). Grazie alla sua interpretazione della giovane vedova Tiffany, la Lawrence si è portata a casa rispettivamente un Oscar e un Golden Globe come migliore attrice.

il-lato-positivo-silver-linings-playbook-bradley-cooper-con-jennifer-lawrence-in-una-scena-267975 il-lato-positivo-silver-linings-playbook-la-locandina-italiana-265478

E invece ve la ricordate in American Hustle? Continua a leggere

Annunci

I 10 segreti di una make-up addicted impedita (parte prima)

Amo il trucco, l’ho sempre amato e lo amerò sempre.Lo testimoniano orrende foto di me, tredicenne, con un orrendo ombretto azzurro anni duemila fino alle sopracciglia.Poi sono “migliorata” ma ognuno ha i propri scheletri nell’armadio.

c00c8e94940dc7753416df4279f4773c

Ho deciso,dunque, di trattare un argomento a me particolarmente caro e raccogliere il mio decalogo personale di consigli semplici se vogliamo, ma che permetteranno anche alle più ciompe di ottenere un look curato.Magari per l’effetto wow è un po’ presto ma ci arriveremo, ve lo prometto.

Per adesso godetevi questi primi 5 consigli base e tutte le meme stupide che deciderò di buttarci in mezzo.

1.ATTENZIONE AL COLORE

Il mio consiglio per la base è uno solo: attenzione al colore. Sembrerà scontato ma il colore è la cosa che più si nota, anche in una BB cream leggerissima se c’è quel sottotono arancionino innaturale o c’è uno stacco netto con il collo si NOTA.

136-face-with-no-good-gesture

Per me è NO

Prima di comprare un fondotinta provatelo o accostatelo leggermente alla guancia per capire se la colorazione è quella perfetta.Il dorso della mano andrà benissimo per capire la coprenza o se vi piace la consistenza ma la zona tra guancia e collo è l’UNICA per testare una colorazione.

beauty-che-tipo-di-pelle-hai-scegli-il-giusto-L-afhuRz no-makeup-meme-generator-girls-be-like-nomakeup-e9d71a

2.SCRUB LABBRA + TINTA COLORATA Continua a leggere

Anatomia della borsa perfetta

Non possiamo portarci dietro tutto:questo è un dato di fatto nonché il problema principale di chiunque passi la maggior parte del tempo fuori casa ed in particolare delle ragazze che vogliono mantenere un look presentabile (e non dimenticare niente).

Nella mia esperienza di pendolare, queste sono le tecniche migliori per portarsi dietro tutto il necessario e ridurre al minimo l’ingombro:

1) Dividere il peso (solo se è tanto peso):

Avere le mani libere è da preferirsi per una questione di evidente praticità e riduzione del rischio di lasciare cose in giro (“poso un attimo l’ombrello per prendere il telefono” = ombrello lasciato sul treno).

Tuttavia, se il peso è molto (libri, quaderni, fascicoli e fascicoletti, PC, etc) conviene adottare la tecnica borsa piccola/borsa grande: ossia prendere una borsa da battaglia per mettere esclusivamente il peso extra ed una di dimensioni più contenute per tutto il resto, così da non tornare a casa con il mal di schiena.

Sephora è lo sponsor ufficiale delle shopper da università

+

catana-piccola-nera

Continua a leggere

Wet look: i migliori look delle celebrity

L’articolo che volevo scrivere stasera s’intitolava: wet look, quello vero. Volevo anche allegare la mia foto in questo momento, fradicia dalla testa ai piedi ma ve la risparmio.Giuro.Diciamo la versione molto enfatizzata di questo ma con annessa “leccata di mucca” in cima:

shailene_woodley__red_lights_premiere_in_new_york_06_25_12_9RgKhjA.sized

Partiamo dal presupposto che l’unico wet look che conoscevo e detestavo era quella combinazione pioggia + assenza di ombrello che amo sperimentare ogni giorno sulla mia pelle, noncurante dell’allerta meteo e della nuvola nera alla Fantozzi che mi porto dietro.Speranza vana.

GEOX AMPHIBIOX - WE MADE IT RAIN (7)-1

Così ho deciso, volente o nolente, di abbracciare e cercare di capire questo trend con l’illusione che prima o poi si addica anche a alle più ciompe come me che, alle brutte, lo useranno per mascherare il look post pioggia (anche se non credo tecnicamente si possa hehe).

Inizierei con delle coppie di look a confronto per capire bene cosa sia opportuno fare e non fare.

Sì                                  NO

Kim-kardashian_glamour_15mar14_rex_b_592x888       Kendall+Jenner+Long+Hairstyles+Long+Straight+k2WUvdmzulax - Copia

Rosie-Huntington-Whiteley_glamour_3dec13_rex_b_592x888_1     rexfeatures_1175010aa Continua a leggere

Japanese bun

Per la serie pettinature facili che non crollano (serie che inizierà ORA), il Japanese bun.
Altrimenti detto banalmente Chignon giapponese, può essere fatto con uno stick pieno di fronzoli o con una banale matita, perciò si presta tanto all’Università quanto ad occasioni più formali.
BUN
I semplici step sono: Continua a leggere

Le 5 marche low cost spagnole che amate senza saperlo

Oggi vi scrivo da Barcelona e da un meraviglioso clima caldo più estivo che primaverile.Così ho deciso, trovandomi nella patria della dea Zara e del mitico Desigual, di parlarvi di 5 marche totalmente made in Spain,che nessuno,nemmeno io chiusina malata di moda, aveva la più pallida idea della loro provenienza (o almeno non di tutte hehe ).

1.Livello principiante: Mango
Se non sapete questa vi suggerirei di ritirarvi dal gioco perché da qui in avanti inizierò a parlare ostrogoto.Mango è una delle più celebri catene di moda low cost europea e molto diffusa in Italia.Punta molto sui capi basici e uno stile decisamente minimal e bonton.
Fascia di prezzo: media

IMG_0084-2.JPG

IMG_0083-2.PNG

2: Livello appassionata: Bershka
C’è chi lo ama perché in fondo è il gemellino economico di Zara (sono anche nello stesso gruppo di aziende) e chi, come me, comprerebbe tutto ma trova che i vestiti non siano tagliati per tutti i tipi di fisici rendendo gli acquisti un po’ vincolanti. Non nella mia top 10, non comprerei MAI senza provare ma decisamente valido.
Fascia di prezzo: medio-bassa Continua a leggere

TBT: Mix it up

Oggi tre idee outfit tratte da un nostro numero d’archivio.Tre idee curiose perfette per abbinare i vostri stivali preferiti fin quando potete.Dan, dan, dan, dan.ANSIA.

Soggetto: Dr Martens. Parola d’ordine: versatilità. Chi ha detto che gli stivali più tipicamente legati alle sottoculture punk e gothic non possano essere reinventati da capo?

BOHO

Senza titolo-1

Stile: Curioso, colorato, inaspettato.

Soundtrack suggerita : “Home” – Edward Sharpe and the Magnetic Zeros.

Personaggio simbolo: Sienna Miller.

La tendenza hippy sposa la novità della moda hipster, con tocchi vintage. Via libera a contrasti tonali e dettagli etnici. Capelli? Sciolti o con acconciature morbide.

ROCK-CHIC

Continua a leggere

REVIEW: ESSENCE BIG LASHES MASCARA

Nome del prodotto: Get BIG! Volume boost mascaradownload (1)

Marca: Essence

Costo: attorno ai 3€

Descrizione: mascara volumizzante con scovolino molto, molto ciccione; per cominciare, quindi, vi avverto che se siete un po’ impedite come la sottoscritta dovrete munirvi di santa pazienza e accettare di dovervi pulire la palpebra ad ogni applicazione di questo economicissimo mascara. Non è soltanto questo il problema del prodotto: Continua a leggere

Le occhiaie sono lo specchio dell’anima

Uno sguardo fresco e riposato è un fedele alleato di un aspetto radioso.  Certo, questo vale anche per un colorito sano, labbra idratate e tante altre belle cosette che si conquistano con otto ore di sonno e l’ausilio di madre natura.

MA le occhiaie sono il nemico numero 1 di tutte noi perché, è innegabile, si notano sempre e comunque, oltre al fatto che invecchiano tantissimo chiunque.

Carolina Crescentini e le sue (ormai celebri) occhiaie, ,a matita nera non aiuta di certo

Carolina Crescentini e le sue (ormai celebri) occhiaie, ,a matita nera non aiuta di certo

Perché alcune hanno le occhiaie più visibili di altre? 
Risposta: sfiga

Come si combatte la sfiga: con un buon correttore ed una fidata crema contorno occhi. E con qualche trucchetto nel mezzo 😉

Il correttore: deve avere alcune caratteristiche fondamentali cioè non entrare nelle pieghette della pelle (effetto rughe moltiplicate in agguato) ed essere del colore giusto per correggere il viola delle occhiaie. Continua a leggere

Le 5 regole d’oro per il perfetto look da sera

Il titolo originario e molto appropriato era: le 5 regole d’oro per non sembrare una battona ad un appuntamento/uscita serale.Alcune possono essere infrante e DEVONO essere prese con le pinze perché tutto si può fare ma ricordate sempre: in medio stat virtus e non melius abundare quam deficere.

1.scopri strategicamente i tuoi punti forti

Sì ad un bel décolleté, sì ad un elegante scollatura sulla schiena, agli spacchi, agli spacchi doppi, alle gonne corte e ai cut-outs ma NON tutto insieme.Perché puoi anche essere l’angelo più bello di Victoria’s Secrets ma la classe è un’altra storia. Borderline Gwyneth Paltrow ma ho ancora i miei più seri dubbi.

Irina-Shayk  Paris Hilton poses in a see through dress at the 4th Annual Red Carpet Pre-Grammy Celebration at Boulevard3 in Los Angeles

Paltrow1_6200_1716934a article-2247913-1681EE0E000005DC-161_634x924

2.occhi bold e labbra nude

Il miglior consiglio di make-up che mi abbiano dato è MAI abbinare l’accoppiata bold lips + bold eyes.Mi spiego: Continua a leggere