Anatomia della borsa perfetta

Non possiamo portarci dietro tutto:questo è un dato di fatto nonché il problema principale di chiunque passi la maggior parte del tempo fuori casa ed in particolare delle ragazze che vogliono mantenere un look presentabile (e non dimenticare niente).

Nella mia esperienza di pendolare, queste sono le tecniche migliori per portarsi dietro tutto il necessario e ridurre al minimo l’ingombro:

1) Dividere il peso (solo se è tanto peso):

Avere le mani libere è da preferirsi per una questione di evidente praticità e riduzione del rischio di lasciare cose in giro (“poso un attimo l’ombrello per prendere il telefono” = ombrello lasciato sul treno).

Tuttavia, se il peso è molto (libri, quaderni, fascicoli e fascicoletti, PC, etc) conviene adottare la tecnica borsa piccola/borsa grande: ossia prendere una borsa da battaglia per mettere esclusivamente il peso extra ed una di dimensioni più contenute per tutto il resto, così da non tornare a casa con il mal di schiena.

Sephora è lo sponsor ufficiale delle shopper da università

+

catana-piccola-nera

Un’alternativa potrebbe essere lo zaino, laddove l’abbigliamento lo consenta (ovvero mai).

nerp-zaino

Boho style come MaryKate Olsen e la sua giacca fichissima *occhi a cuore*

Boho style come MaryKate Olsen e la sua giacca fichissima *occhi a cuore*

2)  Ridurre il peso:
Ripensandoci poteva essere il punto1, ma vabbé, è annata così. 

Qualunque cosa porterai con te, peserà sulla tua schiena per tutto il giorno, vista da questa prospettiva molte cose perdono importanza.

A questo punto è fondamentale essere organizzate, un aiuto lo può dare un beauty ben pensato (come quelli del nostro articolo ) che prevede solo cose effettivamente utili, non palette a cavolo ed illuminanti di scorta privi di scopo.

In secondo luogo si può:
– usare l’agenda del telefono per eliminare il peso del cartaceo (a vostro rischio e pericolo,io non mi sono mai spinta così oltre).

– Portare un ombrello nano e leggero come assicurazione contro la pioggia, non l’ultimo modello del cinese con il peso specifico del piombo e la resistenza al vento di un fuscello primaverile.

3)Organizzare con saggezza:

Una volta che il carico è ridotto al minimo possibile, renderlo gestibile potrebbe aiutarci ad evitare lo sclero (potrebbe…).

Quindi, è cosa buona e giusta mettere tutti generi di primissima necessità (chiavi, fazzoletti, tessera della metro etc) dove possano essere trovati, quindi tutti insieme, magari in una trousse.

trousse tory burch

Una cosa molto intelligente sarebbe usarne una traspartente, così da poter controllare easy se c'è tutto

Una cosa molto intelligente sarebbe usarne una trasparente, così da poter controllare easy se c’è tutto

Oltre ad evitare di ravanare per ore davanti al cancello di casa alla ricerca delle chiavi, tenere tutto insieme velocizza il cambio-borsa:

cellulare -check
portafoglio-check
trucchi-check
trousse della vita-check

Detto ciò continuerò a dimenticare i libri a casa. Lo so.

Elisa Yoshitake

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...