“Free your arm pit” movement, quando il femminismo diventa lo scusa per il cattivo gusto

Altro che “blue hair don’t care“, negli USA sono sempre avanti ed a quanto pare il nuovo trend pseudo femminista che coinvolge le tinte forti riguarda le armpit, ossia le ascelle.

Non depilate e colorate, tié:

IMG_4451

Dal blog dove tutto è cominciato (e si spera finisca), clicca per il link

Tutto nasce da Roxie Hunt, parrucchiera di Seattle che un bel giorno propone ad una cliente di tingere di blu, oltre che i capelli, anche la “chioma” sotto le ascelle, fa foto dell’esperimento e le posta sul suo blog http://www.howtohairgirl.com

Il post  viene condiviso freneticamente (ad oggi è arrivato a 37200 shares”) e da lì nasce il  movimento “free your armpit”, vera e propria campagna per l’emancipazione dal rasoio e per la valorizzazione dell’autentica bellezza femminile: centinaia di attiviste postano fiere il risultato  dell’addio al rasoio, enfatizzato da qualche tinta sgargiante.

how-to-dye-your-armpits

La foto dello scandalo

REAZIONI DELLA RETE/MONDO:
Come ho detto, l’iniziativa ha subito reclutato o iesuseguaci entusiaste sul blog madre, e su Tumblr, lentamente anche su Instagram (notoriamente social più gne gne). Non sono mancane nemmeno le analisi sociologiche di quotidiani di calibro come The Washington Post, The New York Post (sorvolando sull’originalità dei nomi delle testate d’oltreoceano), comprensibile perplessità continua ad essere espressa dall’uomo e dalla donna media:

“Ti prego, che schifo”cit. me medesima

Ovviamente non sono mancate le sostenitrici VIP, che per ogni stronzata sono sempre in prima linea, tra cui spiccano le solite note Madonna e Miley Cyrus :

Miley-Cyrus-dyes-her-armpit-hair-pink madonna-032014sp

Gli anni ’70 ritornano di prepotenza, la parte peggiore degli anni ’70, la guerra all’igiene

Povero mondo,

Elisa Yoshitake

Annunci

Un pensiero su ““Free your arm pit” movement, quando il femminismo diventa lo scusa per il cattivo gusto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...