Ecco perché gli outlet store possono non essere il grande affare che crediamo

Qualche tempo fa stavo vedendo il programma di Rai2 “Boss in incognito” e la boss di turno era il direttore creativo di un’importante firma di calzature made in Italy.

Infiltratasi negli stabilimenti dove le scarpe vengono prodotte , la finta apprendista passa anche dal controllo qualità dove i prodotti perfetti vengono spediti ai negozi, mentre quelli con difetti visibili ma non gravissimi vengono catalogati come seconda scelta, infine i capi irrimediabilmente danneggiati vengono scartati. Chiaramente le calzature di prima scelta hanno un valore di mercato superiore, quasi doppio, rispetto alle altre, pure essendo stessi modelli della stessa marca.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6d6167fd-5671-42fa-a19a-704886e3c374.html?iframe

Il pezzo in questione è da 1:05:00 in poi

Ora, la riflessione che è nata da questa osservazione è stata “questo spiega gli sconti del 70% negli outlet”, potrà sembrare sciocco ma effettivamente c’è un netto contrasto tra come i capi vengono venduti al pubblico e il loro reale rapporto qualità-prezzo, perché raramente si pensa che quelli che si acquistano sono capi almeno in parte difettati, che quindi non hanno mai avuto lo stesso valore dei capi che si vendono in negozio.

Io per prima ho sempre pensato che si acquistasse un capo che era già stato prezzato in negozio, e per qualche motivo non era stato acquistato ed era, così, finito nell’outlet ad un prezzo molto inferiore. Insomma, una specie di saldo, mettiamola così.

Recentemente ho scoperto che anche buzzfeed ha fatto una ricerca in merito e grazie al loro video (che vi posto sotto) ho scoperto anche che la strategia di vendita di questa categoria di negozi è stata considerata poco trasparente anche dal Congresso degli Stati Uniti, che ha richiesto all’autorità competente un’indagine approfondita in merito per sospette pratiche di marketing inique ed ingannevoli ai danni dei consumatori.
Il sospetto (e le multe che poi ne sono seguite) sorge perché insieme ai famosi capi invenduti si trovano in vendita capi che, in quanto non perfetti, non sono mai stati esposti in un negozio retail.

Ed pratica in questo caso lo sconto da capogiro che viene sponsorizzato rispetto al prezzo retail altro non è che uno specchietto per le allodole, in quanto i capi non sono mai stati venduti in un negozio ufficiale o a prezzo pieno su altre piattaforme (es: store online).

Voi cosa ne pensate? Comprate negli outlet e continuereste a farlo pur sapendo della qualità inferiori dei prodotti?

Elisa Yoshitake

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...