VMA 2015: hard candy

Uno degli eventi più attesi tutto l’anno finalmente è arrivato, finalmente si è svolto, ma –più di tutto- finalmente è pronto per essere commentato. Sì. Perché alla fine non importa chi vinca il tanto desiderato astronauta, i VMA si attendono con ansia per il loro incontestabile potere di garantire notizie esclusive: dal red carpet, ai presentatori, alle esibizioni, fino all’ardua decisione di stabilire chi siano stati i più degni di nota della serata.

Quest’anno, purtroppo o per fortuna – dipende dai punti di vista – tutto si è svolto intorno ad un unico grande sole, Miley Cyrus. L’ex Disney girl, infatti, da disturbatrice per eccellenza si è trasformata in conduttrice d’eccellenza, incentrando intorno a sé ogni momento dello spettacolo su palco e non: ben undici cambi d’abito, tutti estremamente hard & hot, esibizioni con drag queen e l’annuncio a sorpresa dell’ uscita del suo nuovo album, con download online gratuito, tra l’altro. Tutto imbellettato da colori sgargianti e caramellosi (talvolta ricordanti lo stile di Katy Perry), innumerevoli accessori e vagonate di provocazioni. Puro trash, insomma. Ma del resto, finché è firmato Cyrus, il trash a noi piace, per cui restiamo in silenzio e osserviamo compiaciute.

miley outfit selfie  blow_up_do_it_dress_miley_cyrus_vmas_2015_1au80rc-1au80us

Quindi okay: Miley oltre a ragazzina prodigio, grande voce e grande carisma, s’è dimostrata anche una conduttrice con un grande potenziale (e con un grande lato B, aggiungerei).

miley top

E il resto? Il red carpet, come ogni anno, è bello perché è vario: oltre a una dozzina di ospiti sconosciuti e piuttosto scialbi – tra cui Frankie Grande, fratello della più nota Ariana, il quale fa parlare di sé unicamente per la sua costante efficacia nello scegliere abiti raccapriccianti -, ecco il top e il flop di quest’anno.

Tralasciando Kelly Osbourne appena uscita da Alcatraz, Demi Lovato che sembra aver avuto seri problemi col gel e Emily Ratajkowski che, volendo provare a coprirsi (sì, una novità spiazzante), stavolta ha coperto pure troppo; il meglio del peggio di questa edizione l’hanno raggiunto, a mio parere, Amber Rose e i coniugi Kardashian-West.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Per chi non lo sapesse (ahia), Amber Rose è la classica ragazza acqua e sapone: dopo aver esordito a soli 15 anni come lapdancer, è stata proprio col rapper Kanye West dal 2008 al 2010, per poi passare al sobrio collega Wiz Khalifa. Ora s’è mollata pure con lui, ha lanciato una linea d’abbigliamento e nel tempo libero si veste talmente male da far venire voglia di prendersi a schiaffi sugli occhi.

amber rose

Per quanto riguarda la coppia più chiacchierata di Hollywood, Kim e Kanye, io sono fermamente convinta che abbiano sbagliato party. La loro destinazione originale era di sicuro una festa a tema e i loro abiti coordinati quelli di due indiani un po’ homeless del Far (North) West (il gioco di parole per le più informate).kim kayne

La vera delusione della serata, però, è stata Selena Gomez, dalla quale ci aspettavamo molto di più: il suo abito Calvin Klein total black con zip centrale in pelle ha spiazzato qualunque critico.

selena

Ma passiamo alle best dressed. Nella top5 troviamo la reginetta assoluta, TayTay, in un meraviglioso completo due pezzi firmato Ashish; una bronzea Gigi Hadid in Emilia Wickstead, la supermodella Lily Aldridge in Alexandre Vauthier Couture, Chrissy Teigen (lady Legend) in uno splendido Marchesa, ed infine un’inaspettata good dressed: Rita Ora in un abito piumato, firmato Vera Wang (ce l’abbiamo fatta, Rita!).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo Miley e Taylor Swift, che di lasciarsi sfuggire un astronauta non ne ha proprio intenzione, il vincitore morale dei VMA 2015 è colui che l’astronauta l’ha proprio disegnato, il direttore creativo nonché volto di casa Moschino, Jeremy Scott. Oltre ad aver avuto l’onore di mettere le mani sulla celebre statuetta, Jeremy ha festeggiato questo suo ultimo anno di successi azzardando per l’ennesima volta, presentandosi con un frac noshirt multicolor, un gran sorriso e testa alta, riuscendo ad ottenere consensi e applausi (e anche qualche anatema da parte delle altre case stilistiche).

jeremy scott

Infine, il premio best couple va ai coniugi Legend: abbiamo già parlato dell’ottimo gusto di Chrissy, ma anche John non scherza, la sua classe e il suo stile sono risaputi e riesce a non deluderci mai.

Tirando le somme, questi VMA ci sono piaciuti. Abbiamo ricordato tanti momenti e tralasciato altrettanti, ne avremo da parlare per un bel po’. Ma in fondo non era questo quello in cui speravamo?

P.S. i capelli di Justin Bieber…

justin

Perché?!?!

Claudia Castaldo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...