“L’autunno è una seconda primavera dove ogni foglia è un fiore” cit

Dopo questa botta di cultura torniamo a parlare di ciò di cui ci occupiamo veramente: futilità, ma futilità belle.

DSC_0059

Ora che la stagione lo consente ho potuto finalmente fare un trucco con un bel rossetto scuro, in particolare volevo dare tridimensionalità alle labbra senza farle sembrare “finte”.

ombre lips

per indenderci, non così

LABBRA:
Bene innanzitutto partire con le labbra ben idratate, quindi scrub periodici e prima di iniziare a truccarvi mettete un sottile strato di burro cacao, così che quando avrete finito il resto si sarà assorbito.

Primo step: matita labbra, per questo look ho usato Automatic Lip Pencil duo di Esteé Lauder, di una tonalità più scura rispetto al rossetto per dare l’effetto di tridimensionalità che cercavo. Anche se questo non fosse il vostro scopo, la matita trasparente andrebbe sempre passata per evitare che il rossetto, in un impeto di υβρις, esca dai confini impostigli.

Automatic_Lip_Pencil_Duo_06

Secondo step: rossetto, steso con un pennellino nel mio caso (anche e soprattutto per un fattore igienico), da applicare con qualunque metodo purché vi ci troviate.

il principe machiavelli

Il fine giustifica i mezzi cit Machiavelli sull’argomento make up

A seconda della necessità, si può considerare di passare nuovamente la matita per delineare il contorno e sfumarla verso l’interno delle labbra per creare una sottile sfumatura che da tridimensionalità ed è così chic.

DSC_0076

Magari correggete con un cotton fioc le imprecisioni, non come ho STOLTAMENTE fatto io

Considerando che il trucco si incentra tutto sulle labbra, il resto del makeup deve essere proporzionato, per la base ho puntato sulla luminosità e per gli occhi su un effetto profondità non troppo aggressivo.

DSC_0084

BASE: Come base ho usato il primer pore professional di Benefit mischiato al matita contouringfondotinta liquido Kiko Universal Fit nella tonalità Light Beige, così da ovviare al problema principale dei primer “pesanti” come quello Benefit ossia la difficoltà di stesura e lavorazione del prodotto.

Dopo aver steso il fondotinta misto a primer, ho dato un leggero senso di profondità usando la penna per contouring di Sephora, che ha il pregio/difetto di essere leggerissima una volta sfumata.

DSC_0054 DSC_0045

OCCHI: prima cosa primer –>Primer Potion re tutti i primer occhi, dopo di ciò ho usato due obretti dalla Naker 2:

Foxy è il primo, busted il penultimo

Foxy è il primo, pistol il quinto da destra

  • Foxy nella parte interna della palpebra e sull’arcata sopraccigliare per aprire lo sguardo,
  • Pistol dalla metà all’esterno dell’occhio, passandolo sul cut crease (dove la palpebra mobile incontra quella fissa), prendendo poi un pennello da eye liner ho applicato un po’ di obretto bagnato lungo l’attaccatura delle ciglia e a disegnare una piccola codina verso l’alto. Lo stesso ombretto è stato poi passato lungo l’attaccatura delle ciglia inferiori.

DSC_0055 DSC_0066

Attenzione particolare, invece, alle sopracciglia, riempite e disegnate con l’umilissimo ma valido kit Essence:

02 natural blonde (in realtà il marroncino è più chiaro di come sembra)

02 Natural Blonde (in realtà il marroncino è più chiaro di come sembra)

Ebbene questo è tutto, madamigelle, spero che l’articolo sia stato di vostro gradimento!

Elisa Yoshitake

Fotografa: Gaia Ravazzi
Modella: Diana Berti

Annunci

Un pensiero su ““L’autunno è una seconda primavera dove ogni foglia è un fiore” cit

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...