Headband braid: il mio segreto

Ci sono mattine in cui, non c’è niente da fare, i nostri capelli non vogliono collaborare e quindi zaannnn, coda e via. Altre mattine invece sono ancora più disastrose ma abbiamo quei tre minuti in più per cercare di rimediare alla tragedia che sta avvenendo sulla nostra testa, nella speranza di un’illuminazione divina.

Unknown-1.jpeg

Una mattina, alle prese con questo dubbio amletico, ho scovato un tutorial online per rimediare alla mia orrenda e disastrosa vertigine attaccata alla cute. Quelle mattine in cui nemmeno la piastra più potente sembra avere la meglio, mi sbizzarrisco nel realizzare questa: una treccia a mezzo-cerchietto, se così si può dire, che distoglie l’attenzione dallo stato catastrofico dei miei capelli.

Unknown.jpeg

Sebbene il risultato possa variare, come vedete dalla foto sopra, il procedimento è piuttosto semplice se sapete realizzare una qualsiasi treccia.

OCCORRENTE:

-Pazienza

-Capelli non troppo scalati davanti

-Forcine q.b.

-Elasticini

REALIZZAZIONE:

-Il primo step consiste nel fare la riga di lato  e prendere la sezione che incorpora fino a dietro l’orecchio.

-Dopo di che prendete una ciocca sottile e iniziate ad intrecciare.

-La mia scelta è ricaduta su una Dutch braid  , per cui dovrete intrecciare aggiungendo delle piccole ciocche, ma nel senso opposto rispetto ad una treccia regolare, ergo portando le ciocche le une sopra e non sotto le altre.

DSC_0509.JPG

-Vi renderete subito conto se state facendo bene per il risultato che chiaramente assomiglierà ad uno dei quattro nella foto sopra, se la vostra ciompaggine non dovesse prendere il sopravvento.

-Una volta raggiunto l’orecchio potrete fermarla con una o più forcine o nel caso aveste capelli più spessi, legatela prima con un elasticino.

-Un altro consiglio è quello di allentare i primi anelli della treccia una volta raggiunta la fine, all’inizio risulta sempre più stretta e così otterrete un risultato molto più gradevole.

DSC_0486.JPG

A cosa starà pensando, Eli?

Qualora la mia spiegazione non sia stata abbastanza chiara, vi suggerisco di guardare questo tutorial, che aggiunge anche altri tipi di treccia, così potrete scegliere quello che vi si addice di più.

Detto ciò,

Unknown.png

Gaia Ravazzi

Annunci
Pubblicato in: Moda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...