Novica in association with National Geographic

Oggi vi parlo di uno store online, e fin qui niente di nuovo sotto al sole, ma questa volta si tratta di una piattaforma con un profilo etico molto speciale: Novica è un portale che consente di acquistare oggetti di artigianato di arredamento e abbigliamento provenienti da tutto il mondo.

screenshot_2016-03-02-14-31-15.pngscreenshot_2016-03-02-14-31-48.png

La politica di Novica è mettere in contatto gli artigiani locali delle parti più svantaggiate del mondo direttamente con i consumatori finali, dando loro la possibilità di godere interamente del frutto del proprio lavoro, senza essere sfruttati da catene di produzione lunghissime, e consentendogli così di produrre oggetti di maggiore qualità.

novic

In pratica Novica è una piattaforma gratuita sulla quale gli artigiani possono accedere ai potenziali clienti e ad un team di assistenti in loco che li aiuta nel processo di inserimento nei prodotti nel sistema e ne certifica la qualità. Continua a leggere

Annunci

Biotiful App Review

Abbiamo professato più e più volte il nostro smisurato amore per il mondo del bio parlandovi di innumerevoli prodotti e delle cose da sapere prima di passare al mondo del bio (qui e qui).Oggi Federica di Indaco&Cannella ci parla del nostro principale alleato nella lotta ai parabeni, un’applicazione facile da usare e molto molto veloce.

Originally posted on Indaco&Cannella:

Biotiful, l’app rivelatrice

L’uso esagerato della tecnologia è sempre criticato per tutti gli effetti negativi che può comportare, soprattutto da chi crede che l’uomo stia diventando sempre più dipendente dal mondo “artificiale”, a dispetto di quello “naturale”. Non siamo più padroni della nostra vita, senza cellulare non possiamo vivere, le macchine presto ci sostituiranno, perderemo l’uso della parola a forza di chattare e bla bla bla… Tutte affermazioni sentite e risentite. Alcune inverosimilmente catastrofiche, altre già più realistiche. Eppure oggi mi sento anticonformista (tiè!) e voglio andare controcorrente rispetto al pensiero comune.

Per una volta (udite, udite!) sembra che siano proprio i nostri ormai indispensabili smartphone a farci riscoprire i prodotti biologici, sani e al 100% naturali. La tecnologia che porta in alto i valori della natura, strano eh? Eppure è così. Ne è un esempio l’app Biotiful (ma quanto è carino il nome?), uno strumento indispensabile per chi vuole sapere quanto valgono davvero i prodotti esposti in profumeria.

11

Avete mai pensato a quanto i fondotinta, i bagnoschiuma, le creme e le lozioni influiscano sulla salute della nostra pelle? E avete mai pensato al fatto che, spesso, quando vogliamo limitare i danni e ricorrere a un qualcosa di più “sano”, ci facciamo semplicemente consigliare dalla commessa di turno, senza informarci sul serio? Quante volte ci siamo concesse un prodotto più costoso della norma perché quella determinata marca è consigliata, poco dannosa, naturale, raccomandata per le pelli sensibili, e chi più ne ha, più ne metta… ma siamo sicure che sia realmente così?

Ecco dove la tecnologia accorre in nostro aiuto (woohoo!). Biotiful è un’arma preziosa per il disfacimento di questi miti. Questa applicazione rivoluzionaria è in grado di darci in pochi secondi tutte le informazioni riguardo gli ingredienti che compongono l’INCI (sigla che sta per International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, ergo l’elenco degli ingredienti cosmetici) del prodotto in questione. In particolare, la loro dannosità è segnalata da un semaforo: si va dal verde con un germoglio bianco (perfetto) fino ad un inquietante teschio nero (inaccettabile – hanno usato il simbolo della morte… più chiaro di così!), passando per il verde, il giallo e il rosso.

2-1

Una volta esaminati i componenti singolarmente, l’app dà anche un voto al prodotto in generale, classificandolo con delle foglioline: da 1 a 5, a seconda di quanto sia considerato buono.

2-2

Per trovare nel database quello che vogliamo analizzare, è possibile scannerizzare il codice a barre con ilBioLettore (che si collega automaticamente alla fotocamera del telefono), scriverlo manualmente nella barra oppure effettuare una ricerca per nome. Se il prodotto non è stato ancora aggiunto alla lista potete farlo benissimo voi, inserendo tutte le informazioni richieste: nome, marca, costo, quantità, codice a barre e INCI completo (che potete trovare sull’ etichetta). In caso dobbiate farlo vi avverto, siate pronte ad attivare la vostra supervista, dato il font minuscolo e i nomi impronunciabili degli ingredienti che dovrete digitare sulla tastiera.

3

[ Per continuare a leggere la review clicca—> qui]

Cute App review

Visto che è un po’ che non scrivo recensioni di app di shopping dovevo rimediare, oggi vi presento “Cute”, della famiglia di Wish inc. che probabilmente conoscete per la pubblicità su Facebook.

Descrizione: Mentre Wish vende un po’ di tutto, abbigliamento, accessori, tecnologia etc, Cute raccoglie le sezioni make up, skincare e cura dei capelli, quindi si trovano accessori per il trucco: quindi trusse, pennelli etc, ma anche prodotti di makeup, maschere, piastre e arricciacapelli, forcine etc etc.

I prezzi sono bassissimi, molto più bassi di competitors come aliexpress o wish stesso, anche perché i prodotti ed i negozi sono di meno, e cercare è più facile. Il payoff è la qualità che, prevedibilmente, non è eccelsa. Personalmente non comprerei MAI una crema per il viso, dei trucchi o una maschera per capelli, perché dei controlli qualità onestamente non mi fido affatto. Detto ciò c’è chi lo fa, e lascia anche recensioni positive, quindi fate vobis.

Per che cosa è davvero utile quest’app? Continua a leggere

Review: Beautiful me app

Le app dedicate al make up lasciano al 90% a desiderare, è un dato di fatto.Sembrano giochi per bambine o creano orrende simulazioni inverosimili del risultato di un trucco decisamente inguardabile.Questa tuttavia ha i suoi pregi, il suo nome è Beautiful Me e pare funzioni.

11358677_10205766271989515_78255008_n11354715_10205766285669857_599752088_n

Innanzitutto vi spiego bene a che cosa serve.La app è fatta per analizzare le vostre foto e determinare colore della pelle, sottotono, colore dei capelli facendo un prospetto dei cambiamenti nel corso degli anni.

11651356_10205766081624756_2005844855_n 11651337_10205766081464752_1909069624_n

Il modo è semplice: l’applicazione vi chiederà di accedere tramite Facebook o di sincronizzare le vostre foto dal rullino per elaborare i dati. Una volta inseriti vi appariranno diverse schermate con il vostro colore di pelle, capelli e make up più utilizzato.Ogni diversa schermata presenta la scala di colori più vicina ai vostri, evidenziando le vostre preferenze in fatto di make-up. Continua a leggere

YOOX: recensione, e cronaca

Avevo in mente di scrivere una recensione su Yoox, uno dei più frequentati portali di shopping online, ormai da un po’ di tempo. Ho fatto bene a procastinare (come al solito, o forse no) perché così ho anche occasione di parlare dello “scandalo” che li ha recentemente riguardati.Screenshot_2015-04-28-18-24-48

– Innanzitutto cosa è Yoox? Trattasi di un sito di shopping online, sullo stile di Zalando, ma con un livello di prezzi generalmente più alto, tratta il prét à porter delle grandi marche, ed i brand di medio/alto livello: da Patrizia Pepe a RED Valentino, passando per Balmain, con frequenti sconti e promozioni che consente alle fashion victim di acquistare l’oggetto del desiderio ad un prezzo sensibilmente più basso (sempre in proporzione).

L’applicazione per lo smartphone, in particolare, è decisamente ben fatta (e per questo volevo parlarvene) in quanto sia intuitiva che completa:
Screenshot_2015-04-28-18-23-40Si presenta divisa in sezioni e con la possibilità di passare da una all’altra tramite il menù al lato, sempre apribile.

Se cercate un prodotto specifico è presto fatto, quasi sicuramente lo troverete, con una scheda dettagliata, a questo punto potete procedere all’acquisto in app o salvare il prodotto tra i vostri preferiti, in questo caso Yoox vi avvertirà quando scenderà di prezzo o se dovesse rimanere un unico pezzo.

– Menzione d’onore merita la ricerca dell’app che permette di stabilire il range di prezzo, gli eventuali stilisti da preferire,taglie (compresi mezzi numeri per le scarpe), taglie, stampa, materiali ed il tipo di capo d’abbigliamento che si cerca, con all’interno delle sottocategorie ancora più precise.
Ad esempio, se ho scelto “borse” posso scegliere ulteriormente tra “borse a mano”, “borse a spalla”, “borse a tracolla”, “borse da lavoro”, “zaini e marsupi”.
Se cercate un capo di abbigliamento es “giacca”, automaticamente esclude le altre categorie.
Da ciò si conclude che Yoox è un’azienda che lavora bene, infatti ha un volume d’affari  non indifferente:

“[…]Comparto lusso/abbigliamento in forte rialzo a Milano con Moncler (+4,50%) e soprattutto Yoox (+5,06% a 22,66 euro): quest’ultima mette a segno un notevole rimbalzo in chiusura di ottava, recuperando tuttavia solo una porzione delle ampie perdite subite dal top di fine aprile a 31,42.[…]” La Stampa 8 maggio 2015.

Cosa può andare storto? Continua a leggere

Cosa è Polyvore?

Oggi voglio parlarvi di un’app divertente: Polyvore, che da poco ha sviluppato la versione per Android (yee).
Detto ciò, il core business del sito e poi dell’app è la creazione da parte degli utenti di collage su moda, beauty e living usando la banca dati di Polyvore o aggiungendo contenuti personali.

image

image

Troverete principalmente composizioni di outfit e veri e propri editoriali sulle novità del momento in quanto a trucchi e affini.image Continua a leggere

ASAP54 app review

A questo giro è il turno dell’app ASAP54, che mi è stata venduta come “la shazam dello shopping”, ovviamente l’ho scaricata subito.

La definizione non è del tutto ingannevole perché il punto di forza di questa app è che si possono cercare capi tramite immagine (presente su telefono o foto).

Screenshot_2015-04-07-19-51-46+Screenshot_2015-04-07-19-53-29= Screenshot_2015-04-07-19-52-29

Dopo aver caricato la foto ti propone delle soluzioni immediate, ma se ne possono richedere di più dettagliate inviando la propria richiesta ad uno stylist dell’app (che poi secondo me è il computer che fa la stessa ricerca due volte, ma vabbè).

Funziona? Continua a leggere

STYLECT APP REVIEW

Per la serie app di shopping questo lunedì è la volta di Stylect “scarpe incredibili” per Android ed iOS.

Partiamo subito dal fatto che è utile per passare il tempo, trovando centinaia di scarpe in offerta, ma è sconsigliata per la ricerca di un modello/paio specifico.

Come funziona?
Si può creare un profilo o scegliere di accedere su fb, compiuta questa scelta dicotomica, si inizia a salvare o scartare i modelli proposti dall’applicazione. Questa è la prima funzione cui si viene indirizzati, nonché quella principale: in base alle scelte Stylect cerca di proporre scarpe aderenti alle preferenze espresse ed i modelli salvati finiscono nella wishlist.

Scopri

Scopri

Wishlist

Wishlist

Continua a leggere

DEPOP REVIEW

Da brava drogata di shopping tutte le app/siti/mercatini reali o virtuali sono i miei, recentemente è stato il turno di Depop.

Depop è un’app gratuita per iOS e Android che funge da piattaforma per mettere in contatto venditori e compratori tramite un meccanismo molto simile a quello di Instagram: si aprono dei profili pubblici con foto profilo e breve descrizione, ad es: “vendo solo a Roma con consegna a mano, NO scambi” che vuol dire, appunto, che la venditrice (o il venditore, ma per lo più sono girls) non spedisce la propria merce, né è disposta a barattare.

Sul profilo si caricano le foto degli articoli venduti che appaiono come in “vetrina”, aprendo la foto si possono scorrere più scatti del medesimo oggetto, leggere la descrizione e (sui profili che hanno abilitato la funzione) comprare con il tasto “compra”.

Screenshot_2015-03-02-17-21-08-1

Chi e cosa si trova su Depop?
Continua a leggere